Skip to content

ALESTE Barolo 2014

 

Note di degustazione
Il Barolo Aleste Sandrone 2014 è un vino di elegante personalità, capace di resistere al tempo e trasferire negli anni la nobiltà dell'origine e lo stile dei suoi caratteri.


Nel calice, il colore è di un bel rosso granato, deciso e brillante. Il passare degli anni lo arricchirà di raffinati riflessi che ricordano il sole al tramonto.


Il profumo, ricco e complesso, esordisce con le note floreali di iris, erbe aromatiche e fieno, poi quelle fruttate di lampone e fragolina di bosco, infine l'etereo e le spezie come la cannella e il pepe verde e altre ancora come il tabacco.


Ricco e deciso è il sapore, caldo e avvolgente, prodigo di retrogusti olfattivi che ricordano ancora le spezie e i sentori più evoluti delle confetture, delle spezie e del tabacco.


È vino di spessore, strutturato e longevo, ma colmo di caratteri eleganti: acidità e tannino frenano già la loro esuberanza e si fanno virtuosi e vellutati.

 

Punteggi per l´annata 2014
James Sucklin 93 points
Vinous 93 points
Wine Enthusiast 95 points
Falstaff 96 Punkte
Doctor Wine 4 viti

 

Download scheda

 

Andamento dell'annata 2014
L'annata 2014 nonostante sia stata una delle più complesse degli ultimi anni, ha riservato piacevoli sorprese vista la qualità delle uve vinificate dovuta ad un favorevole finale di stagione.

 


La primavera, in seguito a un inverno mite, si è affacciata in modo graduale ma precoce. La quantità di precipitazioni nell'estate è stata oltre la media assistendo ad un paio di occasioni a vere e proprie "bombe d'acqua", molto localizzate ed intense. Particolarmente rilevanti sono state le piogge del 23 e del 29 luglio, che hanno avuto però esiti profondamente diversi: in alcune zone si sono registrati 63 mm di pioggia in un solo giorno, mentre a soli 15 Km di distanza appena 13 mm. Il mese di settembre è stato indubbiamente positivo dal punto di vista climatico, con una buona escursione termica, contribuendo in modo determinante alla maturazione dell'uva e alla composizione del suo quadro fenolico. Il Nebbiolo è la varietà che ha avuto la risposta migliore alle belle condizioni climatiche che hanno accompagnato le uve al raggiungimento della maturazione, e laddove si siano svolte correttamente le operazioni di diradamento e pulizia del grappolo si sono raggiunti risultati eccellenti.

 


Le operazioni di vendemmia sono iniziate nel mese di ottobre a partire dal 10 e protrattesi fino al 18.

 

Annata

 

sibi et paucis